Parco Archeologico Storico Naturale delle
Chiese Rupestri del Materano
Condividi
Home » Vivere il Parco » News e comunicati

NATURARTE - Ultimo fine settimana: Erika Ottone

(CEA Pianelle e Abbazia di Montescaglioso, 06 Ottobre 2022)

Ultimo fine settimana di NaturArte Basilicata nel Parco della Murgia Materana.

SOPRAVVISSUTI ALL'ESTINZIONE: STORIE DI UOMINI E ANIMALI

In Basilicata le storie di uomini e animali si intrecciano fin dall'antichità. Il suo stesso nome Lucania, dal termine greco λυκος (lupo) e dal termine latino "lucus" (bosco sacro), testimonia il forte legame tra i suoi abitanti e la natura selvaggia che la rende unica. Un legame atavico tra sacro e profano, tormentato da storie di persecuzioni, di credenze popolari, di fortuna e malocchio. Una storia che custodisce il segreto della sopravvivenza e la forza della resilienza che contraddistingue i lucani, uomini e animali.

Attraverso un percorso di due incontri, un primo incontro frontale e poi un breve trekking, affronteremo le tematiche della conservazione delle specie animali e delle loro interazioni con l'uomo. Il trekking nel suggestivo scenario della gravina, sarà un'occasione imperdibile in cui natura e arte si fonderanno in un'affascinante performance artistica di Roberto Capriuolo.

8 ottobre 2022 - ore 20.30 Lezione frontale:

"Sopravvissuti all'estinzione: storie di uomini e animali" – intervento divulgativo sulle principali specie animali di interesse comunitario: storia, biologia ed ecologia delle specie, interazioni con l'uomo, racconti e testimonianze.

9 Ottobre 2022. Trekking Appuntamento Centro Visite Pianelle: Un breve percorso lungo la Gravina di Matera all'interno del Parco della Murgia Materana, sulle tracce degli animali selvatici. Lo spettacolare paesaggio rupestre, testimone dell'antico rapporto tra uomo e natura, sarà lo scenario di una performance unica e particolare dell'artista Roberto Capriuolo.

Durata: 3 h

Lunghezza: 4 km A/R

Dislivello 100 m circa

Informazioni utili: è opportuno che i partecipanti dispongano di abbigliamento, equipaggiamento e calzature idonee. Da preferire vestiti a più starti (a cipolla) con pantaloni lunghi e scarpe da trekking

Chi è.

Erika Ottone, medico veterinario specializzato TePACS e GpCert EXAP, con esperienza nel soccorso, cura e riabilitazione di animali selvatici, monitoraggi faunistici ed educazione ambientale. Al termine dei suoi studi sceglie di tornare nella sua terra, la Lucania, dove nel 2013 diventa responsabile del C.R.A.S. C.R.T.M. dell'Oasi Wwf di Policoro, dedicandosi alla cura e riabilitazione degli animali selvatici, all'educazione ambientale e al monitoraggio e gestione dei nidi di Caretta caretta nel Golfo di Taranto. 

Dal 2017 lavora per l'Ente Parco Nazionale del Pollino occupandosi del monitoraggio e accertamento delle predazioni al bestiame da parte di selvatici nell'ambito del progetto "Convivere con il lupo, conoscere per preservare". Impegnata nella divulgazione scientifica ed educazione ambientale, dal 2016 è responsabile delle attività didattiche ed educative del Centro Visite SIC Bosco Difesa Grande in Gravina in Puglia (BA) e nel 2018 è co-fondatrice dell'associazione apulo-lucana NaturOffice ETS con lo scopo di valorizzare e promuovere lo sviluppo sostenibile del territorio.

Erika Ottone
Erika Ottone
 
Il programma
Il programma