Parco Archeologico Storico Naturale delle
Chiese Rupestri del Materano
Condividi
Home » Vivere il Parco » Iniziative ed eventi

RaccontArti - Laboratorio n. 8

Suoni e narrazioni del parco “il mistero degli affreschi rubati”

Domenica 25 Settembre 2022 ore 20:00

Drammaturgia: Costantino Di Lillo
Regia: Massimo Lanzetta
Soggetto: Francesco Foschino - Illustrazioni: Pino Oliva
Foto e video: Pino Losito
Musiche originali e della tradizione popolare eseguite dal vivo:
Rino Locantore.
Un progetto di: Gigi Esposito
A 60 anni dal furto e dal primo ritrovamento. A 10 anni dall'ultimo ritrovamento fatto da Francesco Foschino, si propone la narrazione de "I Predatori delle Tre Porte", ovvero, gli affreschi rubati nelle chiese rupestri di Matera.


I luoghi di culto del Parco della Murgia Materana conservano pitture parietali di natura religiosa che sin dall'Anno Mille furono testimonianza di fede del popolo materano. Alcune di queste pitture, fra il 1961 e il 1962, vennero rubate da un professore tedesco e due suoi assistenti. Ben presto individuato dall'Interpol, il professore fu processato e condannato per il furto dei quegli affreschi che, per anni, si credettero recuperati. Francesco Foschino ha scoperto che, invece, diversi di quei dipinti non sono ancora tornati a Matera e con il dr. Sernetz, dopo due anni di lunghe e tenaci indagini fra Italia e Germania, nel 2012 è riuscito a recuperarne un altro, restituendolo alla città di Matera.
"I predatori delle Tre Porte" è la storia di quel furto di oltre 50 anni fa e del recente recupero della testa del "Santo Vegliardo" da parte di Foschino. Il racconto ripercorre quegli avvenimenti in forma di giallo investigativo e sottolinea con il testo, le illustrazioni, i video, le foto e le suggestioni musicali, la bellezza dei luoghi in cui si svolsero i fatti. Su soggetto di Foschino, il testo di Di Lillo, benché ancorato ai documenti dell'epoca, propone la vicenda in modo romanzato: un thriller leggero. I protagonisti, tutti interpretati dall'attore Massimo Lanzetta, si muovono sullo splendido scenario del Parco della Murgia Materana e fra le vie della città di Matera e la vicenda, dal 1962, si sposta ai giorni nostri. Il cambio d'epoca viene rappresentato anche con il diverso utilizzo delle forme narrative e delle tecnologie: dalla voce narrante dell'attore – supportata dalle illustrazioni di Pino Oliva e dalle musiche di Rino Locantore - si passa alla rappresentazione in video curata da Pino Losito e dallo stesso Foschino.
Lo spettatore assiste a una sessione divulgativa in un originale format narrativo.
Da una idea di Gigi Esposito

Informazioni e prenotazioni
Ente Parco Murgia Materana
Via Sette Dolori – 75100 Matera – tel 0835/336166 int. 4 info@parcomurgia.it - www.parcomurgia.it

Informazioni:
Centro di Educazione Ambientale di Montescaglioso
Convento delle Benedettine, Piazza Racamato n. 1 75024 Montescaglioso ceamonte@katamail.com - www.cea.montescaglioso.net
Accreditato presso "Rete per l'Educazione alla Sostenibilità" della Regione Basilicata

Luogo: Chiostro Abbazia Benedettina San Michele Arcangelo   Comune: Montescaglioso (MT)  

(foto di: PR Chiese Rupestri Materano)