HOME       CONTATTI   
IL PARCO      ESCURSIONI      CEA - CENTRI VISITA      COMUNICAZIONE      ENTE PARCO    
 
 
 
COMUNICAZIONE
Comunicati Stampa > Comunicati Stampa 2006 Pagina 14 di 39  Pagina Precedente | Pagina Successiva
 
 
Forum del Sistema di Gestione Ambientale
Programmi Ambientali
Le pubblicazioni del Parco
Il Giornale del Parco
I Quaderni del Parco
Rassegna Stampa
Eventi
Comunicati Stampa
Comunicati Stampa 2012
Comunicati Stampa 2011
Comunicati Stampa 2010
Comunicati Stampa 2009
Comunicati Stampa 2008
Comunicati Stampa 2007
Comunicati Stampa 2006
Comunicati Stampa 2005
Comunicati Stampa 2004
Archivio delle Tesi di Laurea
 
Iscriviti alla newsletter Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina ad un amico Invia questa pagina
Cerca nel sito Cerca nel sito
 
 
Federparchi sulla proposta di legge di riordino degli Enti sub-regionali 05/06/2006
A margine del V Congresso Nazionale di Federparchi svoltosi a Catania, il Presidente Nazionale Matteo Fusilli ed il Coordinatore Regionale Roberto Cifarelli dell’associazione che riunisce circa 150 gestori di aree protette in Italia, hanno rilasciato la seguente dichiarazione con riferimento alla recente proposta di legge approvata dalla Giunta Regionale inerente la riforma degli enti sub-regionali:

“La proposta di modifica delle modalità di nomina dei presidenti dei parchi regionali di Gallipoli Cognato e della Murgia Materana, sottraendo l’indicazione dei nominativi alle Comunità dei Parchi ed affidandone la scelta direttamente alla Regione, allontana la Basilicata dalla moderna concezione dei parchi e dalle migliori esperienze maturate grazie alla L. 394/91 sulle aree protette. Quanto più le scelte sono partecipate e vicine alle comunità locali -sostengono Fusilli e Cifarelli-, tanto più esse saranno sostenute dalle stesse popolazioni che avvieranno e collaboreranno, direttamente ed attraverso i propri rappresentanti, all’attuazione di progetti ed azioni finalizzate alla tutela ed allo sviluppo. Quanto più, invece, le scelte saranno determinate in altre sedi più distanti, tanto più queste saranno subite senza passione dai dirigenti locali a dalle loro comunità.
Esprimiamo, poi, -hanno aggiunto i due dirigenti di Federparchi- grandi perplessità anche sulla prassi oramai consolidata in atto in Basilicata di diminuzione dei trasferimenti di fondi dalla Regione ai parchi. Le aree protette lucane andrebbero sostenute adeguatamente nella loro fase di avvio in quanto senza direttori che lavorino a tempo pieno per esse, senza personale in organico ovvero insufficiente, non vi sono le condizioni per rispondere adeguatamente alle aspettative delle popolazioni locali ed alla missione statutaria. In questa situazione gli amministratori dei parchi hanno raggiunto in questi anni risultati insperati che non possono però essere né confermati, né tanto meno migliorati semplicemente attraverso il taglio delle indennità. In presenza di personale qualificato tecnico, scientifico ed amministrativo, e di direttori a tempo pieno, in presenza cioè di condizioni di normalità, si potrebbe agire sulle indennità degli amministratori. Non prevedere contemporaneamente un aumento dei trasferimenti ordinari a favore dei parchi, significa decretarne la definitiva inagibilità.

Riteniamo –concludono Fusilli e Cifarelli- che ci sia ancora spazio e tempo per intervenire e modificare, anche con il contributo di Federparchi e di quello delle associazioni ambientaliste ed agricole, oltre che ovviamente delle comunità locali, questo progetto di legge, nell’interesse della salvaguardia della biodiversità e delle possibilità di sviluppo compatibile di consistenti aree del territorio lucano”.

Catania, 04 giugno 2006



 
     
  parcomurgia.it
Ente Parco della Murgia Materana - Contatti - Privacy Credits: basilicatanet.com