HOME       CONTATTI   
IL PARCO      ESCURSIONI      CEA - CENTRI VISITA      COMUNICAZIONE      ENTE PARCO    
 
 
 
COMUNICAZIONE
Comunicati Stampa Pagina 55 di 56  Pagina Precedente | Pagina Successiva
 
 
Forum del Sistema di Gestione Ambientale
Programmi Ambientali
Le pubblicazioni del Parco
Il Giornale del Parco
I Quaderni del Parco
Rassegna Stampa
Eventi
Comunicati Stampa
Comunicati Stampa 2012
Comunicati Stampa 2011
Comunicati Stampa 2010
Comunicati Stampa 2009
Comunicati Stampa 2008
Comunicati Stampa 2007
Comunicati Stampa 2006
Comunicati Stampa 2005
Comunicati Stampa 2004
Archivio delle Tesi di Laurea
 
Iscriviti alla newsletter Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina ad un amico Invia questa pagina
Cerca nel sito Cerca nel sito
 
 
Progetto ARUPA 09/01/2010
Con un incontro tenutosi giovedi 7 gennaio presso la Provincia di Matera si è dato il via al progetto ARUPA dedicato alla salvaguardia di anfibi e rettili nella Gravina di Matera. Il progetto ha lo scopo di offrire una speranza per la riproduzione di diversi animali a rischio di estinzione inseriti nella lista rossa della UE in attesa che venga programmato un intervento strutturale di disinquinamento e di prevenzione dell’inquinamento del torrente Jesce e Gravina.

Qui di seguito le azioni previste che dureranno tre anni e coinvolgeranno oltre all’Ente Parco anche la Provincia e l’Università di Basilicata.

Project manager è il dr. Salvatore Vito Valentino, dirigente del settore ambiente della Provincia nonché direttore dell’Ente Parco:

Azione A1: Formalizzazione di una struttura di coordinamento del progetto (Provinciadi Matera)
Azione A2: Analisi preliminare dei luoghi mediante creazione di un SIT (Università)
Azione A3: Redazione dei progetti esecutivi degli interventi: Costruzione recinzioni delle aree maggiormente minacciate, creazione di un vivaio di ecotipi locali, ripristino di zone umide minori, ampliamento della rete ecologica locale con rinaturalizzazione dei canali affluenti alla Gravina, creazione di un centro temporaneo per l’allevamento degli anfibi, ripristino di cisterne, ripristino di muretti a secco (Università)
Azione A4: Realizzazione di studi sugli habitat e specie oggetto delle azioni concrete di conservazione: censimento delle popolazioni, mappatura e caratterizzazione dei siti, individuazione delle aree frequentate dalle specie, mappatura delle aree trofiche frequentate, studio della densità delle specie, indagini morfo genetiche sulla popolazione (Parco Murgia)

Azione C1: Recinzione e ripristino di muretti a secco (2000 m) finalizzate alla protezione delle aree da piantumare a contatto con le aree a pascolo (Provincia di Matera)
Azione C2: Realizzazione di un vivaio forestale di ecotipi locali di 1 ha (Provincia di Matera)
Azione C3: Interventi di piantumazione per il ripristino della vegetazione ripariale su 12 aree appartenenti al Demanio dello Stato per una superficie di circa 20 ha. (Provincia di Matera)
Azione C4: Ripristino di zone umide minori mediante realizzazione di 4 piccole pozze per una superficie complessiva di 2 ha con scavi di 50 cm e argini di 50 cm. assieme a manufatti per la regimazione delle acque. (Provincia di Matera)
Azione C5: Realizzazione di moduli vegetazionali (siepi, gruppi e filari di alberi) finalizzata ad aumentare la ricettività faunistica della matrice agricola per complessivi 8000 m.l. da realizzarsi mediante bando pubblico a favore di agricoltori locali con la cessione gratuita delle piantine e incentivo economico. (Provincia di Matera)
Azione C6: Realizzazione di un centro temporaneo di allevamento di anfibi e rettili mediante la realizzazione di 10 vasche (3x2x1) con copertura in rete da naturalizzare, 10 acquaterrari di 120 litri cad. Per le tartarughe si realizzeranno 2 recinti 5x6 m. (Parco murgia)
Azione C7: Ripristino di 2 cisterne/piscine a cielo aperto per i tritoni. (Parco Murgia)
 
     
  parcomurgia.it
Ente Parco della Murgia Materana - Contatti - Privacy Credits: basilicatanet.com